Primo Piano

Lunedì, 22 giugno 2015 Attualità

La querela a volte si può ritorcere contro. L'ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni dovrà risarcire la trasmissione televisiva di Rai Tre "Report" per 5mila euro, che si vanno ad aggiungere al pagamento delle spese processuali di 7mila euro. Come racconta il Corriere della Sera, la sanzione per "lite temeraria" nei confronti del Celeste è il primo caso a Milano e uno dei pochi in Italia.

Autocertificazioni: le dichiarazioni false rese all’Ordine sono un reato

In seguito a controlli a campione effettuati dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia al Casellario giudiziale, è risultato che alcune autocertificazioni relative a domande di iscrizione all’Elenco dei Pubblicisti sono risultate false. Ricordiamo che le dichiarazioni false rese alla Pubblica Amministrazione costituiscono reato e comportano la perdita del beneficio ottenuto. Leggi tutto »

Expo 2015: accrediti negati dalla Questura, l’intervento dell’Ordine a tutela dei cronisti

All’Ordine dei giornalisti della Lombardia sono arrivate segnalazioni di alcuni colleghi ai quali viene impedito l’accesso all’Expo a causa - come ci viene riferito -  della negata autorizzazione dell’accredito da parte della Questura. Pur nella consapevolezza dell’assoluta necessità di garantire la sicurezza di un sito sensibile e speciale come quello dell’Expo, l’accesso non può essere negato e senza alcuna indicazione delle ragioni a quei giornalisti che chiedono l’accredito al solo scopo di fare informazione, esercitando così il diritto-dovere di cronaca. Ricordiamo che oltre al diritto di espressione garantito dall’articolo 21 della Costituzione, si aggiunge per i giornalisti - secondo l’articolo 2 della legge professionale (Legge n. 69 del 3 febbraio 1963) - il dovere deontologico di informare l’opinione pubblica di quel che accade e di tutto ciò che riveste interesse pubblico. Leggi tutto »

Il Fondo librario del Master "Walter Tobagi" alla Biblioteca Sormani

In occasione del 35° anniversario dell’assassinio di Walter Tobagi, giovedì 28 maggio, nella Sala del Grechetto di via Francesco Sforza 9, a Milano, alla presenza dei figli Benedetta e Luca (nella foto di Alessio Chiodi) si è svolta la cerimonia d’inaugurazione del Fondo librario donato alla Biblioteca Sormani dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia e dal Master in giornalismo dell’Università Statale di Milano, intitolato a Walter Tobagi. Il Master è naturale erede dello storico Istituto Carlo De Martino per la formazione al giornalismo. Leggi tutto »

L'assemblea degli iscritti approva il Bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015

L’assemblea degli iscritti ha approvato all’unanimità il Bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015 dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Il conto economico presenta un totale a pareggio pari a 2 milioni e 879.421, 58 euro con un avanzo di esercizio che è salito in modo ragguardevole a 114.385,90, rispetto ai 36.140,33 euro dell’anno scorso. Le principali uscite sono ripartite per il 42,11% come quote da versare al Consiglio nazionale, il 26,47% per le attività e iniziative culturali. Le spese legali e consulenze sono scese al 4,6% rispetto al 6,75 dello scorso anno. Nel corso dell’anno 2014 sono stati spesi 48.974,47 euro per la formazione obbligatoria. Leggi tutto »

Dichiarazione dei redditi e Imu, assistenza fiscale gratuita per gli iscritti con reddito inferiore a 21 mila euro

A partire dal 25 febbraio, nei nostri uffici di via Antonio da Recanate 1, a Milano è a disposizione degli iscritti il servizio di assistenza fiscale per la compilazione della Dichiarazione dei redditi e la compilazione dell'Imu. La consulenza, con  la compilazione delle dichiarazioni, è curata dal dottor Salvatore Gentile dello Studio Marcianesi & Partners, che riceve (nella sede dell’Ordine della Lombardia, via Antonio da Recanate 1, Milano) tutti i mercoledì dalle ore 11 alle 13. I colleghi in regola con il pagamento  delle quote annuali e che intendono usufruire di questa consulenza, dovranno prenotare un appuntamento con il fiscalista telefonando allo 02/6771371.  Leggi tutto »

Denunce temerarie, sentenza storica del Tribunale di Milano: assolto giornalista, condannato il querelante

Sentenza storica del Tribunale di Milano in merito a una querela considerata temeraria e intimidatoria nei confronti di un giornalista dell’Unione sarda, Paolo Carta, prosciolto dall’accusa di diffamazione a mezzo stampa, al quale erano stati chiesti 500mila euro di risarcimento da una società, il Gruppo Internazionale Sgs. Il giudice Anna Cattaneo del Tribunale civile di Milano, il 28 febbraio, ha condannato, invece, la società querelante a risarcire il giornalista con 18 mila euro e al pagamento delle spese processuali pari a 9mila euro. Nella esemplare sentenza, il giudice ha applicato il comma 3 dell’articolo 96 del Codice di procedura civile (finora inapplicato), Leggi tutto »

Gazzetta di Mantova, indagati 4 cronisti. Diritto di cronaca prevalente su segretezza indagini

I colleghi della Gazzetta di Mantova, Rossella Canadé, Igor Cipollina, Gabriele De Stefani e il loro direttore Paolo Boldrini, sono stati iscritti nel registro degli indagati per “pubblicazione arbitraria di atti di un procedimento penale”. Il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Gabriele Dossena, esprime piena solidarietà ai quattro colleghi del quotidiano la Gazzetta di Mantova e chiede alla magistratura il rispetto della Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo.

Leggi tutto »

Arese, regolamento censorio in Consiglio: il diritto di cronaca non può essere sottoposto ad autorizzazione

 

Il Consiglio comunale di Arese ha approvato un regolamento che disciplina le attività di ripresa audiovisiva e di diffusione delle sedute e obbliga, di fatto, i giornalisti a chiedere formale autorizzazione al presidente dell’Assemblea comunale per poter svolgere il proprio lavoro. "Ricordiamo che il diritto  “insopprimibile” di cronaca è sancito  soprattutto dall’articolo 21 della Costituzione ma anche dall’articolo 2 della  legge n. 69 del 3 febbraio 1963 sulla professione di giornalista e non può essere sottoposto ad alcuna autorizzazione  o censura", dice Gabriele Dossena, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia. Leggi tutto »

Quote annuali d'iscrizione, Equitalia è in ritardo. La nuova scadenza di pagamento slitta al 31 marzo 2015

Ancora una volta Equitalia è in ritardo nell’invio degli avvisi bonari per il rinnovo delle iscrizioni all'Ordine, la nuova scadenza per il pagamento delle quote dell’anno 2015 (che era prevista, in un primo momento, per il 28 febbraio) è slittata al 31 marzo. In caso di mancato recapito dell'avviso bonario da parte di Equitalia dopo la data del 31 marzo, è possibile comunque effettuare il pagamento delle quote anche attraverso un versamento sul conto corrente postale numero 36470201 intestato all'Ordine dei giornalisti della Lombardia con la causale "pagamento quota 2015" Leggi tutto »

Condividi contenuti