Master in giornalismo “Walter Tobagi”: domande per iscrizioni entro il 27 luglio

E’ aperto il Bando per la selezione al Master in giornalismo Walter Tobagi” dell'Università degli Studi di Milano/lfg per il biennio 2016/2018. Come si ricorderà il Master, frutto di un accordo tra Ordine dei giornalisti della Lombardia e Università Statale di Milano, ha raccolto l’eredità dell’Ifg “Carlo De Martino”, prima Scuola di giornalismo, in Italia a essere riconosciuta dall’Ordine nazionale dei giornalisti. Il corso si svolgerà dal 10 ottobre 2016 al 6 settembre 2018 nel Polo di Mediazione lnterculturale e Comunicazione, Piazza lndro Montanelli 1, Sesto San Giovanni (Milano). Le domande di ammissione devono essere presentate entro le ore 13 del 27 luglio 2016. La graduatoria degli ammessi sarà pubblicata sul sito internet dell'Ateneo tramite il servizio online Sifa (http://www.unimi.it/hpsifa/nonProfiledPage 100.html). Gli esami di ammissione si articoleranno in prove scritte e orali. La graduatoria degli ammessi alla prova scritta sarà pubblicata sul sito internet di Ateneo e sul sito del Master www.giornalismo.unimi.it il 7 settembre 2016. Le prove scritte di selezione si terranno alle ore 10 del 12 settembre 2016, nella sede del Master. Gli allievi, in quanto redattori nelle testate-laboratorio edite dal Master, verranno iscritti nel Registro dei praticanti dell’Ordine dei Giornalisti per cui, ottenuto l'attestato di compiuto praticantato al termine del biennio, potranno sostenere l'esame di Stato per l'accesso alla professione di giornalista. Possono presentare domanda di ammissione i cittadini italiani o stranieri in possesso di un diploma di laurea (in qualunque classe di laurea), conseguito con una votazione non inferiore a 90/110. Il percorso formativo, nell'arco dei due anni, prevede 626 ore di didattica frontale, 30 ore di laboratori, 1.400 ore di attività di praticantato e 800 ore di stage presso redazioni giornalistiche per un totale di 5 mesi nell'arco del biennio (2 mesi dopo il primo anno e 3 mesi dopo il secondo anno) in aziende giornalistiche, televisive, radiofoniche o in agenzie di stampa.