Alla commemorazione di Walter Tobagi, 38 anni dopo. Il presidente OgL Galimberti: “Attenzione al nuovo clima d’odio e intolleranza verso i giornalisti”

“Oggi si stanno ricreando le stesse condizioni di isolamento culturale e di odio sociale verso i giornalisti che quarant’anni fa originarono una lunga scia di sangue.  E’ necessario avere gli occhi e le coscienze aperte, è necessario saper cogliere in tempo i segnali del nuovo clima che circola soprattutto sul web. E’ necessario denunciare le intolleranze, gli insulti, il linciaggio facile e le aggressioni verbali sui social per impedire la rinascita di quegli anni di orrore. E’ necessario ripristinare il principio di responsabilità, perché se domani accadranno di nuovo certe tragedie sapremo chi sono i mandanti morali”: questa la sintesi dell’intervento di Alessandro Galimberti, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, alla cerimonia di commemorazione di Walter Tobagi - presente la moglie Maristella - questo pomeriggio, in via Salaino, dove, il 28 maggio 1980, all’età di 33 anni, fu ucciso l’inviato del Corriere della Sera ed ex presidente dell’Associazione lombarda dei giornalisti.
Tobagi fu ucciso da un gruppo di terroristi che gli spararono quattro colpi di pistola alle spalle e un ultimo colpo alla nuca. A deporre una corona di fiori sul luogo dell’assassinio c’erano Paolo Perucchini, presidente dell’Alg, cui è toccato il compito della ricostruzione storica del personaggio e dell’evento, e Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi, che ha lanciato un appello per sottolineare che questo tipo di commemorazioni non siano solo un segno di rispetto nei confronti della famiglia di Tobagi ma soprattutto un monito per tener vivo il confronto delle idee e la democrazia. A effettuare riprese video e a raccogliere testimonianze e interviste c’erano anche i ragazzi di “Memento - Memorie in movimento” dell’istituto Varalli che stanno lavorando, come laboratorio giornalistico interscolastico, alla creazione di materiali per non perdere la memoria di personaggi ed episodi tragici della storia italiana. Nella foto, da sinistra: Paolo Perucchini, segretario dell'Alg, Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi, Maristella Tobagi (moglie di Walter) e Alessandro Galimberti, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia.