Aumentano le marche da bollo da 1,81 a 2 euro e da 14,62 a 16 euro

Sono scattati da mercoledì 26 giugno 2013, i rincari delle marche da bollo, decisi con il decreto legge n. 43 del 2013 convertito nella legge n. 71 del 24 giugno 2013. L’aumento è stato deciso dal governo per favorire gli interventi di ricostruzione privata nei territori dell’Abruzzo colpiti dal terremoto del 2009. L’obiettivo è recuperare 1 miliardo e 200 milioni di euro per la ricostruzione in Abruzzo, assicurando così, con l’aumento dell’importo delle marche da bollo, tra il 2014 e il 2019, circa 197 milioni annui per la riparazione di immobili danneggiati o l’acquisto di nuove abitazioni sostitutive. Dal 26 giugno 2013 quindi le marche da bollo passano da 1,81 a 2 euro e da 14,62 a 16 euro anche per la documentazione inerente la modulistica dell’Ordine dei giornalisti.