Il consigliere delegato della Stampa Estera di Milano in visita all’Ordine lombardo. Spannaus e Galimberti: “Fondamentale l’indipendenza e l’autonomia dei giornalisti”

Il consigliere delegato dell’Associazione Stampa Estera di Milano, Andrew Spannaus,ha fatto visita, questa mattina, al presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti, nella sede dell’Ordine milanese. Un incontro dettato dall’esigenza di valutare alcuni eventuali servizi che l’Ordine dei giornalisti potrebbe fornire ai colleghi della stampa estera che lavorano in Italia e per verificare la possibilità di avviare una collaborazione su eventi formativi di reciproca utilità. L’Associazione Stampa Estera di Milano conta un centinaio di iscritti (in totale in Italia sono oltre 400, soprattutto a Roma). E’ la prima volta che un rappresentante istituzionale della stampa estera fa visita all’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

“Sono orgoglioso di avviare una stagione di collaborazione con i colleghi della stampa estera a Milano, soprattutto in un momento in cui l’Ordine dei giornalisti, in Italia, è sotto attacco. Compito prioritario dell’Ordine è quello di vigilare sulla correttezza dei comportamenti e sull’applicazione della deontologia, nel rispetto delle leggi e delle persone. Ancor più nell’era digitale. Anzi, forse gli adulatori del web hanno qualcosa da imparare dal giornalismo perché nel giornalismo ci sono regole e responsabilità civili e penali precise che sul web non ci sono per niente”, ha ricordato il presidente dell’Ordine lombardo, Alessandro Galimberti. L’incontro è diventato infatti anche occasione per uno scambio di vedute sulla professione giornalistica e sullo scenario italiano. “I giornalisti della stampa estera che devono descrivere e spiegare l’Italia ai lettori dei loro Paesi hanno bisogno di chiarezza, di poter distinguere bene la provenienza delle proprie fonti d’informazione – ha spiegato Andrew Spannaus - se non c’è differenza di ruoli tra chi fa il politico e chi fa il giornalista o altro ancora, si può creare confusione. Il ruolo dei giornalisti, la loro indipendenza e autonomia è sacra e fondamentale per la democrazia”. Andrew Spannaus, giornalista e analista americano, è corrispondente in Europa di Consortium News, commentatore per la radio svizzera (RSI), Aspenia online e fondatore di Transatlantico.info, in lingua italiana. Si occupa di finanza ed economia reale ed è diventato noto in Italia per la sua analisi tempestiva della rivolta populista negli Stati Uniti. Nel giugno 2016 ha pubblicato “Perché vince Trump” e nel 2017 “La rivolta degli elettori”, per spiegare i motivi profondi dietro il sentimento anti-sistema che cresce in tutto il mondo occidentale. In foto il consigliere delegato dell'Associazione Stampa Estera di Milano (a sinistra) e il presidente dell'OgL, Alessandro Galimberti