Insulti web ai pensionati e a Franco Abruzzo. La solidarietà del presidente dell’Ordine della Lombardia

Franco Abruzzo, consigliere dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia e per 18 anni presidente dell’Ordine lombardo, è stato oggetto di pesantissime considerazioni su un sedicente “nuovo blog di sindacaliste e sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi” che ha pubblicato un articolo intitolato “Pensio, dunque sono” firmato con lo pseudonimo di Fred Stand. Parlando di Unione nazionale pensionati italiani (Unpit) e di tagli alle pensioni da parte dell’Inpgi, l’autore del pezzo, tra dotte citazioni, allusioni e insulti, chiosa scrivendo: “Cari colleghi che temete di perdere la ricchezza per pochi euro al mese, l’ora dell’ultimo trasferimento non è molto lontana…” Al punto che una nota Ansa riferisce che sul blog si “augura una morte veloce a tutti i Giornalisti pensionati italiani e in particolare a Franco Abruzzo, presidente dell'Unpit". Il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Gabriele Dossena, esprimendo piena solidarietà a Franco Abruzzo, chiede che gli enti di categoria - Ordine, Unione cronisti e Sindacato dei giornalisti - si facciano carico di rafforzare la normativa  relativa all’informazione online, in particolar modo riguardo alle sempre più numerose aggressioni via web. L'Ordine nazionale dei Giornalisti, da parte sua, "condanna questa campagna di odio e chiede al segretario della Federazione Nazionale della Stampa Raffaele Lorusso, a cui gli anonimi sostengono di fare riferimento, di comunicare i nomi dei responsabili del blog. I nominativi una volta noti verranno segnalati ai Consigli territoriali di disciplina competenti, i quali valuteranno i profili disciplinari da un punto di vista deontologico. L'Ordine nazionale dei Giornalisti ritiene che ciò che è anonimo ha una valenza gravissima. Per usare un eufemismo è pura spazzatura che purtroppo la rete amplifica in modo esponenziale".