L’addio al collega Giulio Giuzzi, é stato vicedirettore de "Il Giorno" e presidente di seggio per l’Ordine lombardo

È morto a Belgioioso, in provincia di Pavia, il giornalista Giulio Giuzzi: avrebbe compiuto 65 anni domani. Era nato il 29 settembre 1950 sempre a Belgioioso. Era in pensione dal 2010 e l'ultimo incarico che aveva ricoperto era quello di vicedirettore del quotidiano Il Giorno. Nel 2013 aveva ricoperto il delicato ruolo di Presidente di seggio per le elezioni dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia. 
Aveva iniziato la sua carriera alla Provincia Pavese e al Giornale di Pavia. Quindi, diventato professionista nel 1973, era passato al quotidiano cattolico Avvenire dove si è occupato di criminalità, sequestri, mafia e terrorismo. Infine il passaggio al Giorno, chiamato dal direttore Guglielmo Zucconi. E’ stato capocronista per 14 anni, con rigore ed equilibrio. Dal 2000 era arrivata anche la promozione a vicedirettore. Nella sua carriera ha vinto anche il premio “Vita da cronista”. Giuzzi è stato, tra l’altro, sindaco di Belgioioso dal 1985 al 1990 per la Dc e poi ancora consigliere comunale. Alla famiglia e in particolare al figlio Cesare (giornalista al Corriere della Sera e presidente del Gruppo lombardo Cronisti) va il cordoglio del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia. I funerali si svolgeranno mercoledì prossimo alla parrocchia di San Michele a Belgioioso, alle 10,30, con partenza da casa.