Si è spenta a 105 anni Maria Cordani, giornalista e pittrice di Sondrio. Aveva lavorato alla Palazzi e in Mondadori

Si è spenta all’età di 105 anni, nella “sua” Valtellina, Maria Angela Cordani (detta Marcella), vedova Platti, giornalista e pittrice. Nata a Sondrio il primo novembre 1913, si era trasferita a Milano all’età di 24 anni, nel 1937 ed era poi tornata nella sua città natale, negli Anni Novanta. Giornalista praticante dal primo gennaio 1964 nel settimanale Tempo della Palazzi Editore e collaboratrice di Marie Claire, ha poi successivamente svolto tutta la sua carriera in Mondadori occupandosi prevalentemente di moda e costume. Nel 1972 è stata tra i vincitori (insieme a Giampaolo Pansa, Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, Sandro Viola e Giorgio Galli) del Premiolino, uno dei più antichi e importanti premi giornalistici italiani, per un articolo scientifico su Grazia. Attiva nei movimenti culturali e femministi di Camilla Cederna e tesserata del Partito comunista, rientrata a Sondrio perché affascinata dai progetti dell’ex sindaco socialista Alcide Molteni che voleva trasformare Sondrio in una città-giardino, aveva anche vinto un concorso per il miglior terrazzo fiorito della città. L’edizione locale del quotidiano La Provincia di Como l'ha ricordata, nel 2013, in occasione del suo centenario festeggiato con l’ex sindaco Alcide Molteni e l’assessore alle politiche sociali, Loredana Porra (nella foto di Luca Gianatti). Tra le altre attività, Maria Cordani dopo stata anche indossatrice e modella che ha posato per il pittore Gianfilippo Usellini (nel dipinto "La tessitura, la filatura e la pesca", uno degli encausti della sala consiliare di Palazzo Muzio, Maria Marcella Cordani, vestita da “grosina", è la prima a sinistra, vedi foto in basso a sinistra) ha lei stessa immortalato la figura dell'artista, in un altro encausto che raffigura la "lavorazione del granito" (vedi foto in basso a destra) che celebra la vita di un tempo in Valchiavenna e Valtellina.