Istruzioni per l'uso

Ecco alcune istruzioni di base per l’organizzazione e la frequenza dei corsi di formazione professionali.

Chi e quando

Per effetto della Legge n. 148/2011 e dell'art. 7 del DPR 137/2012 - Riforma dell’Ordine professionale -anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all’obbligo della “Formazione professionale continua” (Fpc) per adeguarsi a una normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti a un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso. In allegato, qui sotto, il pdf con il testo del Regolamento del Ministero della Giustizia n. 10 del 31 maggio 2016.

Scarica il Regolamento del Ministero della Giustizia n. 10 del 31 maggio 2016

Come

Per assolvere all'obbligo formativo, ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti in un triennio (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti potranno essere ottenuti in svariati modi (art. 3 del Regolamento attuativo approvato dal Consiglio Nazionale fra cui attività formative anche a distanza, frequenza di corsi, se minari e master organizzati anche da soggetti formatori terzi (ad esempio le Università) preventivamente autorizzati però dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti (Cnog). Ogni ora trascorsa per partecipare a un evento formativo darà diritto, mediamente, a 1 credito. L'impegno massimo per ogni iscritto sarà dunque di 20 ore l'anno.

Chi paga

La formazione deontologica, che prevede un terzo dei crediti totali richiesti nel triennio, sarà gratuita per ogni iscritto e, dunque, a carico dell'Ordine. A questo proposito, sono disponibili anche corsi e-learning sviluppati dal Centro di Documentazione Giornalistica sulla base delle indicazioni fornite dal Cnog (http://fpc.formazionegiornalisti.it/). I primi piani formativi, contenenti gli eventi utili al conseguimento dei crediti, sono pubblicati su un'apposita sezione della piattaforma informatica nazionale Sigef, dei siti del Cnog e degli Ordini regionali.

Perché

E' nostra convinzione che la formazione continua e i corsi di aggiornamento per i giornalisti siano un’opportunità da sfruttare per migliorare le proprie conoscenze professionali e per stare al passo con i nuovi cambiamenti tecnologici della professione. 

In allegato i pdf del Regolamento generale, delle Disposizioni attuative del regolamento, della tabella del Cts (Comitato tecnico-scientifico del Cnog) che espone il criterio di aggiudicazione dei crediti per i singoli eventi e l'elenco degli "enti terzi", sia in Lombardia sia sul territorio nazionale, autorizzati all'organizzazione di corsi formativi. Gli "enti terzi" (evidenziati con il colore giallo sulla piattaforma informatica nazionale Sigef) possono organizzare, in autonomia, eventi a pagamento. 

AllegatoDimensione
corsi_aziendali_adempimenti_e_procedura.pdf10.26 KB
enti_terzi_modello_di_domanda_soggetti_privati_e_imprese.pdf696.79 KB
enti_formatori_terzi_lombardia.pdf45.33 KB
enti_formatori_terzi_in_italia.pdf83 KB
regolamento_formazione_giornalisti_ministero_della_giustizia_bollettino_ufficiale_n._10_del_31_maggio_2016.pdf140.54 KB