Primo Piano

Giovedì, 16 maggio 2019 Attualità

“Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, considerando l’abnorme numero di iniziative giudiziarie temerarie il cui scopo è quello di colpire la libertà di stampa, si impegna a mettere in campo strumenti idonei allo scopo di sostenere i giornalisti oggetto di azioni legali intimidatorie. Tali strumenti dovranno essere adeguati alla natura giuridica dell’Ordine. Il Cnog, inoltre, promuove su questo tema un’azione coordinata con gli altri enti di categoria.” E’ quanto si legge in un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti riunito oggi a Roma.

Modifiche tecniche proposte da Franco Abruzzo al secondo progetto Passigli sulla professione giornalistica

1) Il problema posto dal sen. Michele Bonatesta (An)
può essere superato agevolmente prevedendo (in coda all’art. 3 della
proposta Passigli) che possono essere iscritti all’Albo i pubblicisti Leggi tutto »

I "falsi" di Giavazzi

 IL TESTO DEL DPEF

".la liberalizzazione e privatizzazione dei servizi, la riforma delle professioni."

 

IL TESTO LIBERAMENTE INTERPRETATO DA GIAVAZZI MA DATO TRA VIRGOLETTE Leggi tutto »

3° TESTO UNIFICATO PROPOSTO DAL RELATORE PASSIGLI PER I DISEGNI DI LEGGE SULL'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' GIORNALISTICA (14/5/1997)

Art. 1
1.
In considerazione del ruolo e della rilevante responsabilità sociale
dell'informazione, l'esercizio dell'attività giornalistica è regolato e
tutelato dalla presente legge. Leggi tutto »

I giornalisti nella Costituzione

 .com del 10 maggio 2002


di Franco Abruzzo* Leggi tutto »

I rischi e i pericoli legati al referendum abrogativo

Bisogna
cogliere i suggerimenti offerti dalla sentenza della Corte
costituzionale di ammissibilità del referendum abrogativo della legge
n. 69/1963 per dare alla professione giornalistica una legge ponte a
«contenuto costituzionalmente vincolato» al fine:

1) di evitare il referendum; Leggi tutto »

Codice Civile - Delle professioni intellettuali

CODICE CIVILE
CAPO II
DELLE PROFESSIONI INTELLETTUALI Leggi tutto »

La laurea in giornalismo

Con decreto 11 aprile 1996 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale
n. 140 del 17 giugno 1996), il ministro della Università, sentito il
Cun (Consiglio universitario nazionale) e l'Ordine nazionale dei
giornalisti, ha varato la laurea «lunga» in giornalismo, mandando in archivio quella «breve» varata con decreto 31 ottobre 1991. Leggi tutto »

L'ordinamento giuridico italiano e la Ue

L'ordinamento
giuridico italiano accorda particolari tutele alle professioni
intellettuali. La Costituzione (articolo 33) «prescrive un esame di
Stato per l'abilitazione all'esercizio professionale». Il Codice civile
(articolo 2229) afferma che sono professioni intellettuali solo quelle Leggi tutto »

La professione giornalistica nell'ordinamento giuridico italiano: i giornalismi

La legge istitutiva dell'Ordine (n. 69/1963) riconosce (all'articolo 34) tre figure di giornalisti: a)
della carta stampata (quotidiani e periodici); b) della radio; c) della
televisione. Il Regolamento di esecuzione della legge professionale
(Dpr n. 115/1965 così come modificato dai Dpr n. 212/1972 e n. Leggi tutto »

Condividi contenuti