Primo Piano

Giovedì, 18 luglio 2019 Attività e Iniziative Ordine Lombardia

I giornalisti iscritti all’albo professionale sono tenuti a un comportamento di lealtà e di solidarietà nei confronti dei colleghi. Questo implica che qualsiasi discriminazione od ostacolo all’accesso alle informazioni può comportare conseguenze disciplinari a carico di coloro che, al posto di agevolare, escludono o limitano l’agibilità professionale dei colleghi. Il richiamo ai doveri di professionisti e pubblicisti che curano uffici stampa, o uffici di relazioni esterne di enti pubblici o società private, si rende necessario dopo diverse segnalazioni pervenute all’Ordine regionale lombardo nelle ultime settimane.

GIOVANNI PAOLO II MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA 25a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Cari fratelli e sorelle, In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale delle
Comunicazioni Sociali, torniamo al tema che ha costituito il messaggio
centrale della Istruzione Pastorale «Communio et Progressio», approvata
da Papa Paolo VI nel 1971 e relativa all’applicazione del Decreto del

LA PUBBLICITÀ NELLE COMUNICAZIONI SOCIALI: VANTAGGI, PERICOLI, RESPONSABILITÀ


PAOLO VI
MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
PER LA XI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI
LA PUBBLICITÀ NELLE COMUNICAZIONI SOCIALI:
VANTAGGI, PERICOLI, RESPONSABILITÀ

Venerabili Fratelli e carissimi Figli della Chiesa,

GIOVANNI PAOLO II MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA 26a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Cari fratelli e sorelle, Come ogni anno da ventisei anni, secondo quanto è stato stabilito
dal Concilio Vaticano Secondo, la Chiesa celebra una Giornata Mondiale
dedicata alle comunicazioni sociali. Che cosa celebra questa Giornata?
Essa è un modo di apprezzare con gratitudine uno specifico dono di Dio,

CARLO MARIA MARTINI LETTERA PASTORALE (1990-1991) EFFATÀ, APRITI

[0]       Vi racconto
un’esperienza. Questa Lettera pastorale era partita bene. Mi veniva giù
quasi di getto. Scrivevo con una certa noncuranza, quasi con innocenza.
Sfioravo i problemi più gravi con tanta facilità, come uno sciatore
lanciato al volo lungo una pista difficile. Dicevo tra me: “Com’è bello

IL RECETTORE DELLA COMUNICAZIONE SOCIALE: ATTESE, DIRITTI E DOVERI


PAOLO VI
MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
PER LA XII GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI
IL RECETTORE DELLA COMUNICAZIONE SOCIALE:
ATTESE, DIRITTI E DOVERI
Leggi tutto »

GIOVANNI PAOLO II MESSAGGIO DEL SANTO PADRE PER LA 27a GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Cari fratelli e sorelle, Ad un anno dalla pubblicazione della Istruzione Pastorale Aetatis
novae sui mezzi di comunicazione sociale, invito tutti voi ancora una
volta a riflettere sulla visione che l’Istruzione ha presentato del
mondo moderno e sulle implicazioni pratiche delle situazioni in essa
descritte.

CARLO MARIA MARTINI LETTERA PASTORALE (1991-1992) IL LEMBO DEL MANTELLO

[1]       La folla si
accalca attorno a Gesù e lo preme da ogni parte. D’improvviso Gesù
domanda: “Chi mi ha toccato?”. Pietro gli dice: “Maestro, la folla ti
stringe da ogni parte e ti schiaccia. Come puoi fare una domanda
simile?”. Ma Gesù insiste: “Ho sentito che una forza è uscita da me!”.

CONCILIO VATICANO II DECRETO INTER MIRIFICA SUGLI STRUMENTI DELLA COMUNICAZIONE SOCIALE 4 dicembre 1963

INTRODUZIONE   Significato dei termini 1. Tra le meravigliose invenzioni tecniche che,
Condividi contenuti