Primo Piano

Martedì, 17 settembre 2019 Attività e Iniziative Ordine Lombardia

L’aggressione al cronista di Repubblica  Antonio Nasso e gli insulti al collega Gad Lerner verificatisi sul prato di Pontida rappresentano un segnale d’allarme molto serio sulla degenerazione del confronto politico e ancor più suscita  grave preoccupazione per la tutela del lavoro dei cronisti. Il Consiglio dell’Ordine della Lombardia, oltre a ribadire la piena solidarietà ai due colleghi, richiama tutti gli iscritti alle responsabilità etiche, deontologiche e giuridiche che il ruolo di giornalista – anche  quelli in aspettativa -  impone, senza deroga alcuna. In tempi di aspre divisioni ideologiche e di conflittualità sociali incendiate da una comunicazione  sempre più aggressiva, il linguaggio dell’informazione deve sapersi distinguere per i valori di confronto, rispetto e promozione della convivenza pacifica, invece di sfruttare  il disagio sociale e le sofferenze diffuse.

CARTA DI TREVISO PER UNA CULTURA DELL'INFANZIA

FNSI
e Ordine dei giornalisti, al termine del convegno nazionale di studi
organizzato a Treviso in collaborazione con Telefono Azzurro sul tema:
"Da bambino a notizia: i giornalisti per una cultura dell'infanzia",
propongono la seguente carta d'intenti:

LA CARTA DEI DOVERI DEL GIORNALISTA

CONSIGLIO NAZIONALE
DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI

FEDERAZIONE NAZIONALE
DELLA STAMPA ITALIANA

Sentenza 98/1968 della Corte costituzionale


Sentenza 98/1968 della Corte costituzionle
Giornali: direttori anche pubblicisti
perché sottoposti alla vigilanza dell’Ordine

SENTENZA n. 98/ 1968 Leggi tutto »

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

La Costituzione fu approvata
dall'Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947, promulgata dal Capo
provvisorio dello Stato il 27 dicembre 1947, pubblicata nella Gazz.
Uff. 27 dicembre 1947, n. 298, ediz. straord., ed entrò in vigore il 1° gennaio 1948. Vedi XVIII disp. trans. fin., comma primo.

PRINCIPI FONTAMENTALI Leggi tutto »

Giudizi disciplinari: cittadinanza piena al diritto di difesa e al contraddittorio

Sentenza n. 505/1995

LA CORTE COSTITUZIONALE

ha pronunciato la seguente Sentenza Leggi tutto »

Primo sì alla grande riforma dello Stato

Per essere definitiva deve essere approvata dalla Camera e poi di nuovo da tutto il Parlamento

Premierato forte, fine del bicameralismo perfetto e nascita del
Senato federale, devolution, nuova Corte Costituzionale, ridefinizione
di ruolo e poteri del Capo dello Stato e nuovi criteri di nomina per il Leggi tutto »

Ammissibile la richiesta di referendum sulla legge relativa alla professione giornalistica

Sentenza n. 38 del 30 gennaio-10 febbraio 1997

LA CORTE COSTITUZIONALE

ha pronunciato la seguente Sentenza Leggi tutto »

Condividi contenuti