Primo Piano

Lunedì, 16 dicembre 2019 Attività e Iniziative Ordine Lombardia

I lettori/cittadini hanno il diritto di ricevere un’informazione, chiara, leale, trasparente, ancorata alla verità e sganciata da qualsiasi interesse parallelo e confliggente, a cominciare dalla commistione pubblicitaria. Questi parametri non sono un optional per il bravo giornalista, bensì le condizioni inderogabili imposte dalla legge professionale (69/1963) e dal Testo unico dei doveri del giornalista (approvato dal Consiglio Nazionale il 27 gennaio 2016) per lo svolgimento della professione stessa.
Custodi e interpreti dei principi deontologici devono essere tutti gli iscritti all’Albo – professionisti e pubblicisti – e in particolare chi riveste posizioni organizzative e/o decisorie, a cominciare dai direttori delle testate che devono <assicurare ai cittadini il diritto di ricevere un’informazione corretta, sempre distinta dal messaggio pubblicitario attraverso chiare indicazioni> (articolo 10 Testo Unico).
La puntualizzazione si rende necessaria alla luce di recenti campagne pubblicitarie tracimate nelle pagine di economia delle principali testate, attraverso un suggestivo utilizzo delle immagini dei marchi narrati. 

LA CARTA DEI DOVERI DEL GIORNALISTA

CONSIGLIO NAZIONALE
DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI

FEDERAZIONE NAZIONALE
DELLA STAMPA ITALIANA

LEGGE 27 MAGGIO 1991, n. 176 Ratifica ed esecuzione della convenzione sui diritti del fanciullo


LEGGE 27 MAGGIO 1991, n. 176
Ratifica ed esecuzione della convenzione sui diritti del fanciullo, fatta a New York il 20 novembre 1989

(2).
(1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 11 giugno 1991, n. 135, S.O.
Leggi tutto »

LE REGOLE DELLA TV PUBBLICA

Carta dell'informazione e della programmazione a garanzia degli utenti e degli operatori del Servizio pubblico radiotelevisivo ( varata nel dicembre 1995) Leggi tutto »

CARTA DI GUBBIO SULL'INFORMAZIONE EUROPEA

Approvata all'unanimità
la Carta di Gubbio
sull'informazione europea

Questi i punti della Carta di Gubbio approvati all'unanimità il 21 e 22 maggio 2004:

1) RIBADIRE CON FORZA I DIRITTI Leggi tutto »

Sentenza 98/1968 della Corte costituzionale


Sentenza 98/1968 della Corte costituzionle
Giornali: direttori anche pubblicisti
perché sottoposti alla vigilanza dell’Ordine

SENTENZA n. 98/ 1968 Leggi tutto »

Riflessioni per un manuale deontologico

di CARLO DE MARTINO
Presidente dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia 1965 - 1989

  Leggi tutto »

La Corte europea dei diritti dell’uomo e la libertà di stampa

di Sabrina Peron, avvocato in Milano

La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e
delle libertà fondamentali (firmata il 4 novembre 1950 a Roma e
ratificata in Italia con la legge 4 agosto 1955 n. 848) rappresenta un
meccanismo di protezione internazionale dei diritti dell’uomo Leggi tutto »

Il giornalista di fatto

di Sabrina Peron, avvocato in Milano

La legge professionale dei giornalisti richiede, ai fini
dell'iscrizione all'albo professionale, che venga svolta la pratica
giornalistica presso un quotidiano o presso un servizio giornalistico
della radio o della televisione o presso un'agenzia di stampa a Leggi tutto »

Condividi contenuti