Primo Piano

Martedì, 21 febbraio 2017 Attività e Iniziative Ordine Lombardia

L’Assemblea annuale degli iscritti all’Albo dei Giornalisti della Lombardia (Professionisti e Pubblicisti) è programmata, in prima convocazione, il giorno 14 marzo 2017 alle ore 9.30 presso l’Istituto dei ciechi, in via Vivaio 7, a Milano e per il giorno giovedì 22 marzo 2017 alle ore 9.30 in seconda convocazione nella Sala Barozzi (in fotodell’Istituto dei ciechi, in via Vivaio 7, a Milano (MM Palestro), per deliberare sul seguente ordine del giorno:

Medaglia alla carriera per i 50 anni d'iscrizione all'Ordine dei giornalisti

Seguendo una tradizione oramai consolidata, il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, ha deciso di festeggiare anche quest’anno gli iscritti da almeno 50 anni al nostro Ordine professionale, con una medaglia di riconoscimento alla carriera, che sarà conferita la mattina del 22 marzo subito dopo l’Assemblea generale all’Istituto dei ciechi di Milano in via Vivaio 7. I colleghi che verranno premiati sono: Leggi tutto »

Nuova sessione per l'esame di Stato: praticanti a Roma il 19 aprile

Il  19 aprile si svolgerà, a Roma, la nuova sessione d’esame di Stato per l’idoneità professionale. La prova scritta dei Praticanti è prevista alle 8,30 all’Ergife Palace Hotel di via Aurelia 617. Alla prova scritta sono ammessi a partecipare i candidati che, alla data del 19 aprile 2017, abbiano compiuto il regolare periodo di praticantato giornalistico (art. 46, 1 comma) e abbiano partecipato a corsi di formazione o di preparazione teorica, anche "a distanza", della durata minima di 45 ore, promossi dal Consiglio nazionale, dai Consigli regionali dell'Ordine o effettuati in sede aziendale purché riconosciuti dall'Ordine dei giornalisti. Presto verranno indicate le date e le sedi dei corsi obbligatori. Leggi tutto »

Ordine nazionale e regionali: i Consigli resteranno in carica fino al 30 giugno 2017. Lo ha deciso il governo

Il Consiglio dei ministri, con l'approvazione del decreto Milleproroghe (art 2), ha deciso che gli attuali organismi dell'Ordine restino in carica per i prossimi sei mesi. Il Consiglio nazionale e i Consigli regionali dell’Ordine dei giornalisti saranno operativi così fino al 30 giugno 2017. La proroga decisa dal governo rende quindi nulla la convocazione delle elezioni per il rinnovo dei Consigli, disposta dal presidente del Cnog, Enzo Iacopino, per il 29 gennaio e il 5 febbraio 2017. La permanenza in carica dei Consigli dell'Ordine nazionale a regionali è stata decisa per consentire al governo di mettere a punto i Decreti attuativi della Legge di riforma dell’editoria approvata, in via definitiva dalla Camera dei Deputati, lo scorso 4 ottobre e in vigore dal 15 novembre. Gli iscritti all'Ordine andranno quindi alle urne dopo l’entrata in vigore delle nuove regole. Nell’ambito dei Decreti attuativi, infatti, saranno definiti anche i criteri di elezione del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Leggi tutto »

Ricongiungimento prorogato a fine 2017

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti lo scorso 13 dicembre ha deliberato, anche su sollecitazione della quasi totalità degli Ordini regionali,  la proroga del percorso del Ricongiungimento sino al 31 dicembre 2017. Per quanto riguarda i requisiti, non è stata apportata alcuna variazione rispettoal quelli stabuiliti dalla decisione del Consiglio nazionale del 18 dicembre 2013. L'unico cambiamento del testo è rappresentato dalla precisazione che l'attività dell'interessato possa essere confermata da un giornalista professionista o pubblicista. La proroga del percorso del "Ricongiungimento" consentirà di presentare la domanda di iscrizione anche a coloro che maturerannoirequisiti nel corso del 2017. Leggi tutto »

Il Garante per la privacy: niente diritto all'oblio nei casi giudiziari gravi

Non si può invocare il diritto all’oblio per vicende giudiziarie di particolare gravità e il cui iter processuale si è concluso da poco tempo. In questi casi prevale l’interesse pubblico a conoscere le notizie. Con questa motivazione, il Garante privacy ha dichiarato infondata la richiesta di deindicizzazione di alcuni articoli presentata da un ex consigliere comunale coinvolto in un’indagine per corruzione e truffa. Una vicenda iniziata nel 2006 e conclusasi (per lui) nel 2012 con sentenza di patteggiamento e pena interamente coperta da indulto. Leggi tutto »

Governo Gentiloni, a Luca Lotti confermata la delega all’editoria

Il nuovo Governo non porta con sé nessuna novità per il settore editoria. Luca Lotti (in foto), ora Ministro per lo Sport, mantiene infatti la delega all’editoria, oltre a quella per il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe). Attesa invece per venerdì, con le nomine dei sottosegretari, la conferma per Antonello Giacomelli a sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle comunicazioni.  Leggi tutto »

"Morti sospette" all'ospedale di Saronno: il richiamo dell'Ordine della Lombardia al rispetto della Carta di Treviso

L’Ordine dei giornalisti della Lombardia,  sul caso dei presunti killer dell’ospedale di Saronno, ha trasmesso al Consiglio di disciplina territoriale una segnalazione riguardante evidenti violazioni della deontologia professionale, in particolare della Carta di Treviso. La trascrizione e la divulgazione sonora delle intercettazioni (in foto) dei dialoghi che vedono coinvolto un minore nell’indagine in corso a Saronno, costituisce  una palese violazione della deontologia giornalistica. Leggi tutto »

Editoria: stanziati 200 milioni di euro al Fondo per il pluralismo e l'innovazione

Duecento milioni di euro nel 2017, quasi altrettanti nel 2018 e nel 2019: è l’ammontare delle risorse che confluiscono nel Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione. Lo si legge nella tabella della relazione tecnica a un emendamento del governo alla manovra che riguarda l’editoria. “L’emendamento – si legge – attua l’istituzione nello stato di previsione del Tesoro del Fondo per il pluralismo nel quale confluiscono tutte le risorse previste dal primo articolo della legge sull’editoria”. Leggi tutto »

Roberto Di Sanzo nuovo vicepresidente dell’Ordine lombardo. Sostituisce Stefano Gallizzi, che rimane consigliere

Il  consigliere Roberto Di Sanzo, giornalista pubblicista, è il nuovo vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Subentra al consigliere Stefano Gallizzi, dimissionario dalla carica di vicepresidente dello stesso Ordine lombardo. Roberto Di Sanzo, nato a Milano nel 1972, ha fatto parte dell’ufficio stampa di Expo 2015, attualmente è collaboratore in Regione Lombardia. Consigliere dell’Ordine lombardo dal 2010, ha collaborato con diverse testate locali del Nord Italia. Leggi tutto »

Condividi contenuti