L'ultimo saluto ad Arrigo Petacco, giornalista, storico e sceneggiatore

È morto a 89 anni nella sua casa di Porto Venere, nello spezzino, il giornalista, saggista e storico Arrigo Petacco, dal 1961 al 1968 iscritto all'Ordine dei giornalisti della Lombardia. Prolifico scrittore e storico, ha sceneggiato vari film e realizzato numerosi programmi televisivi, in particolare con la Rai. Nella sua attività giornalistica ha intervistato alcuni tra i protagonisti della seconda guerra mondiale. Nel 1983 ha vinto il Premio Saint Vincent per il giornalismo grazie alle sue inchieste televisive e nel 2006 il Premio Capo d'Orlando per il giornalismo. Nel biennio 1986-87, succedendo a Tino Neirotti, ha diretto il quotidiano fiorentino La Nazione. Ha diretto anche 'La Storia illustrata'. Dal suo romanzo biografico dedicato all'ufficiale della polizia USA Joe Petrosino, che combattè contro la mafia, è stato tratto nel 1972 lo sceneggiato televisivo intitolato appunto 'Joe Petrosino', mentre nel 1977 Pasquale Squitieri girò 'Il prefetto di ferro', tratto dall'omonimo saggio su Cesare Mori. Nella sua sterminata bibliografia, molti i titoli su Mussolini e il fascismo: da 'Dear Benito, Caro Winston' a 'L'Archivio segreto di Mussolini'. L'ultima opera, insieme a Marco Ferrari, risale allo scorso anno ed era incentrata sulla sconfitta di Caporetto a un secolo dai fatti.