Mediaset: i francesi di Vivendi annunciano di voler salire al 30%

Fininvest, fa sapere una nota appena diramata dalla holding, ha presentato oggi alla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti di Vivendi S.A. L’atto fa seguito alla denuncia presentata da Fininvest alla Procura della Repubblica di Milano il 13 dicembre scorso e inviata per conoscenza anche alla Consob. Nell’esposto odierno, si chiede alla Commissione di esercitare i poteri che le norme le attribuiscono in materia (art.187-octies d.lgs. 24 febbraio 58/1998). I legali di Fininvest oggi hanno anche depositato presso la Procura della Repubblica di Milano ulteriori documenti relativi alla vicenda. Intanto in serata la media company francese di Bollorè ha annunciato a sua volta di aver deciso di aumentare il proprio investimento in Mediaset con l’acquisto di altre azioni fino al limite del 30% del capitale. ”Vivendi ha annunciato l’8 aprile – ricorda la società nella nota – di aver concluso una partnership strategica e industriale con Mediaset. Come primo passo Vivendi avrebbe acquistato il 3,5% di Mediaste e il 100% di della pay-tv Mediaset Premium, in cambio del 3,5% del capitale azionario di Vivendi. La prevista acquisizione di Mediaset Premium purtroppo ha portato a una causa legale e le proposte di Vivendi per trovare una soluzione amichevole alla disputa non non hanno trovato l’accordo con Mediaset e il suo azionista Fininvest”. “Dato che Vivendi ritiene che l’interesse strategico della partnership industriale annunciato il 8 aprile 2016 superi la posta in gioco nella causa – prosegue la nota del gruppo francese -, Vivendi ha deciso di diventare il secondo maggior azionista industriale di Mediaset con l’acquisto, per cominciare, del 20% del capitale sociale di Mediaset”. “A seguito di un incontro tra Arnaud de Puyfontaine, presidente del consiglio di gestione, e Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato di Mediaset, il 16 dicembre 2016, e il comunicato stampa emesso da Mediaset il 17 dicembre 2016, e considerando le posizioni recenti di Fininvest, il consiglio di amministrazione di Vivendi, riunitosi oggi – afferma la società -, ha deciso, con l’autorizzazione del consiglio di sorveglianza, di aumentare i propri investimenti in Mediaset con l’acquisizione di ulteriori quote in base alle condizioni di mercato entro i limiti del 30% dei diritti di capitale sociale e di voto”. “Vivendi – conclude la nota del gruppo media francese – ricorda che la sua presenza nel capitale di Mediaset è in linea con la volontà del gruppo di sviluppare le sue attività in Europa meridionale e le sue ambizioni strategiche come un grande gruppo internazionale, con sede in Europa, media e dei contenuti”. Nella foto Pier Silvio Berlusconi e Vincet Bolloré