Poligrafici Editoriale e Cdr firmano la nuova riorganizzazione delle testate: 9 assunzioni e un altro anno di “solidarietà”

Poligrafici Editoriale e il Coordinamento dei Cdr delle testate del gruppo hanno firmato il nuovo piano di riorganizzazione che per la parte economica è in vigore dall’1 dicembre 2016, mentre per la parte organizzativa sarà esecutivo gradualmente nelle prossime settimane. Lo rende noto il Coordinamento dei Cdr precisando che l’accordo, annunciato sul ‘portale del dipendente’, prevede diverse assunzioni fissando l’organico complessivo a “282 giornalisti art. 1 assunti a tempo indeterminato, di cui: Qn 35, QNet 7, il Resto del Carlino 94, La Nazione 95, il Giorno 51″. Inoltre, “l’azienda ha ritirato la lettera di disdetta di tutti gli accordi di secondo livello”. L’accordo prevede che verrà prorogato di un anno, dall’1 agosto 2017, il contratto di solidarietà per i giornalisti art.1 e “sono in corso accertamenti circa la possibilità di applicare anche agli artt. 2 e 12 tale ammortizzatore”. Da oggi al 27 dicembre sono previste assunzioni nelle diverse testate del gruppo: 2 al Qn, 2 per La Nazione (Pisa e Lucca), 1 al QNet, 4 per Il Resto del Carlino (2 a Bologna, 1 Internet, 1 a Ferrara). Il Coordinamento dei Cdr ricorda poi che “nel corso del piano di crisi 2014-2016 sono stati assunti” altri colleghi: quattro al Carlino; tre per La Nazione; due a Qn; tre per il Giorno. “Per nessuno dei neo-assunti varranno le condizioni di miglior favore pre-esistenti, compreso l’Edr aziendale”. Regolate dall’accordo anche norme per notturno, domeniche e il fatto che “a tutti i pensionati sarà ridotto del 50% il compenso delle collaborazioni”, dando il via a controlli sul loro impegno nelle redazioni “rivalendosi eventualmente sui capiservizio nel caso di multe e ispezioni dell’Inpgi”. Previste nell’intesa anche procedure per lo smaltimento delle ferie, arretrate e correnti. Nell’ambito della riorganizzazione del lavoro giornalistico, con alcune redazioni indicate a supporto di altre in caso di necessità e alcuni trasferimenti, il direttore Andrea Cangini ha fatto alcune comunicazioni specifiche ai Cdr di Qn e Carlino.