Soro, Garante della privacy: “Internet da strumento è diventato sistema. I padroni del web fanno mega-profitti sui big data

“Con internet, la tecnologia da strumento si è fatta dimensione, ecosistema in cui siamo così profondamente immersi da non renderci conto, fino in fondo, delle sue implicazioni. Che si estendono dal lavoro (con inquietanti interrogativi sulle prospettive di occupazione) alla salute e alla ricerca scientifica ma anche alla giustizia, che finisce con il divenire ”predittiva”, affidando agli algoritmi persino quelle decisioni dirimenti sull’uomo -colpevolezza, libertà, punibilità-che sembravano l’ultimo baluardo della sovranità e, quindi, della razionalità umana”. Lo ha affermato, riferisce l’Adnkronos, il Garante per la protezione dei dati personali Antonello Soro, intervenuto a Roma al convegno “Uomini e Macchine – Protezione dati per un’etica del digitale”, promosso in occasione della Giornata europea della protezione dei dati personali”. In un simile ambiente, oltretutto, ha aggiunto Soro, “il corpo diviene una password che rende accessibile a chiunque la nostra identità più remota; la fisicità è ridotta a superficie di scrittura di un’identità indifesa”. E “affidare a un algoritmo impronte digitali, reticolo venoso, iridi, può sottrarci quanto di più intimo custodiamo come riferimento ultimo del nostro essere”. “Gli algoritmi determinano, non soltanto la nostra percezione del mondo, ma la nostra stessa identità, che con internet diviene necessariamente plurale, affiancandosi a quella fisica anche un caleidoscopio di identità digitali”, ha osservato il Garante della Privacy. “Finiremo con l’essere sconosciuti a noi stessi ma trasparenti a chiunque sia capace di estrarre frammenti di noi dalla galassia delle nostre tracce on-line”. E ancora: nel 2016 “abbiamo generato tanti dati quanti ne ha prodotti l’intera storia dell’umanità sino al 2015. Tra dieci anni questa quantità raddoppierà ogni 12 ore. Attualmente – ha spiegato Soro - il 70 % delle transazioni finanziarie è realizzato mediante algoritmi e il valore dei dati personali cresce progressivamente. L’innovazione digitale nel sistema finanziario darà un forte impulso alla crescita dell’economia globale”. E “le grandi compagnie tecnologiche sono impegnate a tradurre i big data in megaprofitti”.