Media News Italia

L’Ue programma sanzioni severe contro piattaforme web che non rimuovono subito contenuti di propaganda estremista

L’Unione europea vuole obbligare aziende come Facebook, YouTube e Twitter a identificare e cancellare la propaganda online di terroristi ed estremisti violenti. Per farlo sta progettando una serie di sanzioni in caso di mancata cancellazione. Lo riferisce il Financial Times, secondo il quale la Commissione europea ha deciso di abbandonare l’approccio volontaristico adottato finora nei confronti delle grandi piattaforme della Rete rispetto alla pubblicazione di contenuti di propaganda terrorista in favore di regole più stringenti. Una bozza di queste nuove norme dovrebbe essere pubblicata il mese prossimo. Leggi tutto »

Siti d’informazione online a giugno: Repubblica sempre in testa, Citynews secondo, TgCom24 terzo

Nessuna sorpresa in vetta alla classifica dell’informazione online stilata sulla base alle rilevazioni di giugno di comScore: Repubblica.it è sempre saldamente in testa alla classifica, con 23 milioni 812mila visitatori unici mensili. La bagarre si è scatenata tra gli inseguitori. Leggi tutto »

Adv online, maggio -3,4%. Bene smartphone (+23,7%), in calo msart tv (-20,2%) e desktop (-9,9%)

I dati di fatturato rilevati dall’Osservatorio Fcp-Assointernet (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) per il periodo gennaio-maggio 2018, raffrontati allo stesso periodo del 2017. La tabella in allegato per device/strumento evidenzia per il mese di maggio i seguenti dati:

· Desktop/Tablet -9,9%

· Smartphone +23,7%

· Smart TV/Console -20,2%

TOT. -3,4%

Il commento del presidente Fcp-Assointernet Giorgio Galantis: Leggi tutto »

Gruppo Sole 24 ore, il Cdr: "Non s'interrompa il rilancio"

“Tre amministratori delegati, due cfo, due direttori del quotidiano e delle altre testate del gruppo, due capi del personale. Il tutto in soli due anni. Le dimissioni di Giorgio Fossa, presidente del gruppo Sole 24 Ore, annunciate venerdì sera, rappresentano solo l’ultimo episodio di un modo di gestire la società che ormai si stenta anche solo a qualificare”. Leggi tutto »

Condividi contenuti