Media News Italia

La pubblicità digitale verso il sorpasso di quella tradizionale. eMarketer: entro il 2020 negli Usa sarà il 65% dell’advertising totale

La pubblicità digitale negli Stati Uniti è in grado di superare la spesa pubblicitaria sui media tradizionali . Il dato emerge da uno studio  eMarketer sulle tendenze di spesa pubblicitarie. Gli investimenti pubblicitari digitali primo semestre 2018 hanno superato le nostre aspettative, scrive eMarketer secondo cui entro il 2020 i media digitali rappresenteranno quasi 65% della spesa pubblicitaria media totale

Fcp, pubblicità sulla stampa male anche a ottobre: -6,8% quotidiani -5,6%, settimanali -7%, mensili -8%

Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del -6,8% nel periodo gennaio-ottobre 2018 raffrontato con il corrispettivo 2017. Lo segnalano i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp, diffusi il 30 novembre (.xlsx).In particolare i quotidiani nel loro complesso registrano un andamento negativo a fatturato -5,6% e positivo a spazio +1,7%. Le singole tipologie segnano rispettivamente: La tipologia commerciale nazionale ha evidenziato -3,7% a fatturato e +6,5 % a spazio. La pubblicità commerciale locale -3,3% a fatturato e +1,6% a spazio. La tipologia legale ha segnato -19,4% a fatturato e -11,8% a spazio. Leggi tutto »

Legge di bilancio, emendamento per far confluire i comunicatori Inps nell’Inpgi

Un riordino, che parte dalla previdenza, del settore della comunicazione e dell’informazione con l’obiettivo di creare un polo pensionistico autonomo di settore. L’ipotesi concreta è contenuta in un emendamento alla Legge di Bilancio che propone la confluenza nell’Inpgi, l’Istituto di Previdenza dei Giornalisti Italiani, della categoria dei comunicatori pubblici e privati, ora iscritti all’Inps. La proposta normativa, che è stata accantonata durante l’esame in commissione Bilancio, potrebbe trovare spazio nella manovra durante i lavori dei prossimi giorni e al momento si starebbe valutando l’impatto economico della norma. Leggi tutto »

Torna a crescere il mercato televisivo: +2,2% nel 2018

Dopo una frenata nel 2017, il mercato televisivo torna a crescere nel 2018. Il tutto avviene in un contesto di grande turbolenza, con il settore ormai al centro di un profondo processo di trasformazione, che tocca non più soltanto la pubblicità, che si sposta sempre più verso l’online, con nuovi attori e nuovi protagonisti che sottraggono risorse ai broadcasters. Questo è quanto anticipa IT Media Consulting  che il 13 dicembre presenterà il rapporto ‘Il mercato televisivo in Italia: 2018-2020 – L’effetto Netflix’. Leggi tutto »

Condividi contenuti