Formazione, si chiude il secondo triennio: una (grande) opportunità, non solo un obbligo - Newsletter n° 8/2019

Ordine dei giornalisti della Lombardia
Formazione-logo-sito
 
 

Formazione: si chiude il secondo triennio. 
Una (grande) opportunità, non solo un obbligo

Care colleghe, cari colleghi

il 31 dicembre 2019 si chiude il secondo triennio della formazione professionale, obbligatoria (dal 1 gennaio 2014) per tutti i giornalisti (professionisti e pubblicisti) iscritti all’Ordine. La formazione professionale non è un’opzione ma un obbligo previsto da una legge del Parlamento (148/2011 oltre al DPR 137/2012).

Tutti i corsi di aggiornamento professionale organizzati e/o gestiti dall’Ordine della Lombardia sono gratuiti: sono stati 405 nel solo anno 2018 (e 430 nel 2019), in tutta la Lombardia, uno sforzo, da parte nostra, non da poco, e che ha potuto contare sulla collaborazione e la partnership (gratuita) di enti, società, professionisti, tutti espressione d’eccellenza dei nostri territori, delle nostre città, del nostro ecosistema culturale, accademico e imprenditoriale.

Grazie a questo sistema integrato di relazioni, che attinge soprattutto all’esterno del mondo giornalistico, la formazione obbligatoria continua è diventata un’occasione di reale aggiornamento professionale, a dispetto di troppi – e spesso interessati – luoghi comuni.

Raccomando quindi a ognuno degli iscritti di mettersi in regola e di usare il mese di dicembre per completare i crediti necessari.

 
 
 
 

Ricordo, per punti, le cose essenziali:

1) La formazione professionale si svolge a cicli triennali (2014-2016, 2017-2019, 2020-2022, etc).

2) Ogni iscritto deve maturare 60 crediti in un triennio (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. 

3)   Gli iscritti da 30 anni all'Albo (Pubblicisti o Professionisti) hanno obbligo di formazione solo ed esclusivamente per l'acquisizione di 20 crediti deontologici nel triennio.

4)   Tutti i 60 crediti possono anche essere acquisiti effettuando corsi online

5)   L'unità di misura dell'Fpc è di 1 credito ogni ora. I corsi di deontologia hanno un bonus di 2 crediti in più.

6)   Non è possibile - da regolamento - riportare nel triennio successivo il computo dei crediti eccedenti del triennio precedente.

5)   I pensionati ancora “in attività” sono obbligati alla formazione. I pensionati che invece sono "non in attività" possono chiedere l'esonero inviando una mail a direzione@odg.mi.it indicando il numero di tessera, il codice fiscale e la data d'inizio della pensione.

6)   Si possono ottenere esoneri temporanei all’obbligo formativo in caso di maternità o congedo parentale, malattia grave o infortunio o in caso di cariche elettive per le quali la legislazione prevede l'aspettativa dal lavoro per la durata del mandato.

8)   La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta la possibilità di avviare un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente.

9) Per frequentare i corsi (gratuiti) dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia è necessario iscriversi sulla piattaforma informatica nazionale Sigef. Permettetemi, infine, di raccomandarvi la puntualità.

 
 
  
 
 

Festival del giornalismo digitale:
Glocal, venerdì
 
6 dicembre, a Cremona

Val bene una gita o un weekend da Milano, Bergamo e Brescia o da Mantova e Pavia. Torna a Cremona venerdì 6 dicembre, nella Sala Quadri del Palazzo comunale, il Festival del giornalismo digitale Glocal. La città del Museo del violino e capitale mondiale della liuteria (ci sono più di 200 botteghe di liuto), del Torrazzo con l’orologio astronomico, del Duomo (1.107) con Battistero a 8 facciate, della Loggia dei Militi, del Museo civico Ala Ponzone, di un maestoso quattrocentesco Palazzo Trecchi e di un Palazzo comunale medievale, ospita per il secondo anno consecutivo, in una sola giornata, la mini edizione del Festival-madre che, ogni anno, a novembre tiene banco, per quattro giorni, a Varese. A Glocal Cremona l’Ordine dei giornalisti della Lombardia organizza infatti 3 eventi (con crediti formativimolto differenti l’uno dall’altro, tutt’e tre nella Sala Quadri del Palazzo comunale: uno, la mattina di venerdì 6, sugli enti di categoria e la deontologia dei giornalisti, il secondo, nel pomeriggio, sulle radio e le web radio e il terzo sul miglior utilizzo degli strumenti di Google. Ecco il programma dettagliato: venerdì mattina 6 dicembre dalle h. 9 alle 13 ci sarà il corso dal titolo “Gli enti di categoria e la deontologia dei giornalisti (6 crediti deontologici) con Alessandro Galimberti (presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia), Giancarlo Tartaglia (direttore Fnsi), Fabio Soffientini (capo area ispezioni Inpgi), Carlo Gariboldi  (vice presidente Casagit), Marco Lo Conte (Fondo complementare e giornalista del Sole 24 ore), introduce Marco Giovannelli (direttore di Varese News e fondatore del Festival Golcal), modera Paolo Pozzi (portavoce del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia). Nel pomeriggio, dalle ore 14 alle 16 “Tecniche di giornalismo e comunicazione in radio e nelle radio web (2 crediti) con Sergio Fermentino (ex conduttore di Caterpillar su Rai 2 ed ex direttore artistico di Radio Popolare), dalle 16,30 alle 18,30 infine il corso dal titolo “Ricerca dati e data visualization con gli strumenti di Google con Clara Attene, docente di Google Lab. Le iscrizioni, come sempre, vanno fatte sulla piattaforma informatica nazionale Sigef (ma anche in loco con firma manuale in ingresso e in uscita).

Un cordiale saluto

Alessandro Galimberti
Presidente Ordine giornalisti Lombardia

 
 

 

Ordine dei giornalisti della Lombardia

tel: +39 02 6771371
www.odg.mi.it - odgmi@odg.mi.it
Se non vuoi più ricevere email per favore rimuovi l'iscrizione
© 2019 Ordine dei giornalisti della Lombardia, Tutti i diritti riservati