Newsletter n° 6 - 2013

 
odg

Newsletter n.6/2013 del 16 maggio 2013

Elezioni dell'Ordine
Un voto utile. Il tuo

  odg

Care colleghe, cari colleghi

Domenica prossima si rinnova l’appuntamento con le elezioni dell’Ordine. Venire a votare è importante, come sempre. Ma quest’anno lo è ancora di più. Almeno per due motivi. Il primo è la crisi senza precedenti che sta attraversando la nostra professione. Una crisi che non è solo economica. Oltre ai numeri drammatici che riguardano disoccupazione e precarietà, c’è anche un malessere più generale che tocca la credibilità dei giornalisti e la dignità della nostra professione. Per questo abolire l’Ordine, come sostengono in molti, non è una proposta utile. Al contrario, proprio ora ci serve un Ordine più forte e autorevole a difesa del giornalismo e dei giornalisti. Certo dev’essere un ordine riformato e modernizzato soprattutto per quanto riguarda l’ordine nazionale E questo è il secondo motivo che rende queste elezioni particolarmente importanti. È stata avviata, pur tra molte difficoltà, la riforma della nostra istituzione. Sono diventate legge due novità importanti come i consigli di disciplina e l’aggiornamento obbligatorio, ma soprattutto si è aperto un dibattito che può portare a una riforma più sostanziale del nostro ordine, da tempo in attesa. È importante quindi che a questo dibattito partecipino tutti i giornalisti, scegliendo con il voto i propri rappresentati nei consigli regionale e nazionale. Abbiamo bisogno di consigli autorevoli, legittimati da una partecipazione numerosa al voto.
Rivolgo quindi a tutti il mio personale appello a venire a votare.

Si vota domenica 19 (dalle 10 alle 13) e lunedì 20 maggio (dalle 9.30 alle 14.30) a Milano in corso Venezia 47 presso l'Unione Confcommercio. La domenica e il lunedì successivo (26 e 27 maggio) negli stessi orari si vota per il ballottaggio. Ricordiamo che è previsto il rimborso del trasporto (treno, mezzo pubblico) per tutti coloro che vengono da fuori Milano.

Leggi come si vota →


Consigli di disciplina. Nomina obbligatoria imposta dal ministero

Il consiglio di disciplina è una delle novità introdotte dalla legge di riforma dell’Ordine varata l’anno scorso dalla ministra Severino. Saranno i nuovi consigli a decidere sui provvedimenti disciplinari che riguardano gli iscritti all’ordine.
Come previsto dalla legge, l’Odg della Lombardia ha provveduto alla formazione dell’elenco di 18 giornalisti professionisti e pubblicisti, che sono già stati sottoposti all’esame della presidente del Tribunale di Milano, la quale sceglierà in quella rosa i 9 componenti del Consiglio di disciplina.

Questa indicazione è stata fatta dal consiglio uscente, poco prima delle elezioni, perché così è stato disposto dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e dal Ministero della Giustizia nonostante il parere contrario della maggior parte dei presidenti regionali. Sul nostro sito trovate le direttive ministeriali, il regolamento attuativo dell’ordine nazionale ed i quesiti posti al ministero circa la non opportunità di indicare nominativi ai presidenti dei tribunali, a ridosso delle elezioni per il rinnovo delle cariche. Fra l’altro l’ordine della Lombardia ha deliberato all’unanimità che nessun consigliere fosse nell’elenco da presentare alla presidente del Tribunale, per ragioni di opportunità e di etica.

Leggi tutto →


Letizia Gonzales
Presidente
Ordine dei Giornalisti
della Lombardia