Obbligo di Pec, ultimo avviso. La Posta elettronica certificata è un obbligo di legge. L’Ordine della Lombardia offre la Pec gratis (per due anni) agli iscritti - Newsletter n° 5/2019

Ordine dei giornalisti della Lombardia
  
 
 

Obbligo di Pec, ultimo avviso 
La Posta elettronica certificata
è un obbligo di legge.
L'Ordine della Lombardia
offre la Pec gratis (per due anni) agli iscritti

 
 
 
 

Cara collega, caro collega

Ti prego di dedicare un minuto alla lettura di questa comunicazione, di fondamentale importanza per i tuoi rapporti con l’Ordine dei giornalisti.

Al nostro archivio risulti infatti ancora priva/o di un indirizzo di Posta elettronica certificata (PEC)

Mi corre l’obbligo di informarti, per l’ultima volta, dopo i solleciti del 29 novembre 2018, 10 dicembre 2018 e del 19 febbraio 2019 e la pubblicazione sul nostro sito dei link

http://www.odg.mi.it/newsletter/pec-posta-elettronica-certificata-gratuita-e-dal-2019-bollino-digitale-newsletter-n°-9-20
e
http://www.odg.mi.it/attività-e-iniziative-ordine-lombardia/pec-posta-elettronica-certificata-gratuita-tutti-gli-iscritti,

che:

La PEC è un obbligo di legge dal 2009 (D.l. 185/2008, convertito nella legge 2/2009, articolo 16) che riguarda tutti gli iscritti a un Ordine professionale

La PEC è un mezzo di dialogo con tutta la pubblica amministrazione

Il mancato possesso di una casella PEC è sanzionato e sanzionabile anche dalle amministrazioni di appartenenza

Questo Ordine, con delibera del Consiglio del 17 settembre 2018 ha deciso, pur non essendone tenuto, di fornire gratuitamente la casella PEC a tutti i suoi iscritti

Nonostante le nostre sollecitazioni, non risulti aver attivato il servizio e neppure hai comunicato nelle more il possesso da parte tua di un’altra casella PEC (opzione assolutamente lecita).

Chiedendoti nuovamente e per favore di allinearti con urgenza a questo adempimento, ti significo ancora una volta che l’Ordine della Lombardia sospenderà a breve le comunicazioni postali cartacee, sia perché superate dalla legge sia perché pesano ingiustificatamente sul bilancio (alimentato solo dalle quote degli iscritti) per decine di migliaia di euro.

Va da sé che la perdurante inerzia da parte tua sarà considerata come un ingiustificato inadempimento nei confronti del tuo Ordine suscettibile di valutazione disciplinare, e i disagi derivati dalla mancata attivazione/comunicazione della PEC   non potranno essere ricondotti a responsabilità dell’Ufficio.

Scusandomi per il tono inevitabilmente formale, mi chiedo e ti chiedo cos’altro potremmo inventarci per aiutarti a risolvere un problema (la compliance normativa) la cui gestione e i cui costi addossiamo totalmente all’ufficio.

In  attesa di tuo cortese riscontro, ti saluto cordialmente.

Alessandro Galimberti
Presidente Ordine giornalisti Lombardia

 

 
 

 

Ordine dei giornalisti della Lombardia

tel: +39 02 6771371
www.odg.mi.it - odgmi@odg.mi.it
Se non vuoi più ricevere email per favore rimuovi l'iscrizione
© 2019 Ordine dei giornalisti della Lombardia, Tutti i diritti riservati