Prorogati i permessi a videoperatori e fotografi per l’ingresso al Tribunale di Milano

Fotografi e operatori televisivi potranno avere accesso al Tribunale di Milano fino alla prossima riunione della Commissione di manutenzione del Palazzo di Giustizia, che dovrebbe tenersi l'11 maggio. In quella occasione la Commissione esprimerà un parere per la decisione finale da parte della Procura generale sul rinnovo dei permessi di ingresso. Questa la decisione presa dal Presidente facente funzione della Corte d'Appello di Milano, Giuseppe Tarantola, a seguito della nota dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia presentata il 21 aprile, a firma di Letizia Gonzales, Rosi Brandi e Giovanni Negri.

Il Presidente Tarantola ha ricordato che la Commissione Manutenzione il 2 febbraio scorso aveva deliberato che:

"- i fotografi e i cineoperatori possono accedere al palazzo di Giustizia per raggiungere l'aula di udienza soltanto se accompagnano un giornalista iscritto all'Ordine e devono attenersi strettamente alle indicazioni del giornalista stesso, al fine di evitare che le persone vengano inseguite, ritratte o riprese senza il loro consenso;

- la responsabilità del servizio è in capo al giornalista;

- devono essere rispettati la dignità e il decoro delle persone, nonché le regole di deontologia professionale.

La Commissione si è inoltre riservata di esaminare la questione all'esito di verifica dell'effettivo rispetto delle regole sopra esposte."