Attualità

Attualità

Nicola Marini nuovo presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti

Da giovedì 20 aprile Nicola Marini è il nuovo Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti. E’ stato eletto (con 73 preferenze; l'altro candidato, Oreste Lo Pomo, ne ha ricevute 50) dall’Assemblea convocata in seguito alle dimissioni di Enzo Iacopino del 16 marzo scorso. Marini, abruzzese, classe 1951, giornalista professionista, già tesoriere del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti dal 2007 e membro dell’Esecutivo, ha ricoperto anche per tre consiliature (1998-2007) il ruolo di vicepresidente e segretario della Commissione Ricorsi. Leggi tutto »

Ricongiungimento prorogato a fine 2017

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti lo scorso 13 dicembre ha deliberato, anche su sollecitazione della quasi totalità degli Ordini regionali,  la proroga del percorso del Ricongiungimento sino al 31 dicembre 2017. Per quanto riguarda i requisiti, non è stata apportata alcuna variazione rispettoal quelli stabuiliti dalla decisione del Consiglio nazionale del 18 dicembre 2013. L'unico cambiamento del testo è rappresentato dalla precisazione che l'attività dell'interessato possa essere confermata da un giornalista professionista o pubblicista. La proroga del percorso del "Ricongiungimento" consentirà di presentare la domanda di iscrizione anche a coloro che maturerannoirequisiti nel corso del 2017. Leggi tutto »

Il Garante per la privacy: niente diritto all'oblio nei casi giudiziari gravi

Non si può invocare il diritto all’oblio per vicende giudiziarie di particolare gravità e il cui iter processuale si è concluso da poco tempo. In questi casi prevale l’interesse pubblico a conoscere le notizie. Con questa motivazione, il Garante privacy ha dichiarato infondata la richiesta di deindicizzazione di alcuni articoli presentata da un ex consigliere comunale coinvolto in un’indagine per corruzione e truffa. Una vicenda iniziata nel 2006 e conclusasi (per lui) nel 2012 con sentenza di patteggiamento e pena interamente coperta da indulto. Leggi tutto »

Governo Gentiloni, a Luca Lotti confermata la delega all’editoria

Il nuovo Governo non porta con sé nessuna novità per il settore editoria. Luca Lotti (in foto), ora Ministro per lo Sport, mantiene infatti la delega all’editoria, oltre a quella per il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe). Attesa invece per venerdì, con le nomine dei sottosegretari, la conferma per Antonello Giacomelli a sottosegretario allo Sviluppo economico con delega alle comunicazioni.  Leggi tutto »

Editoria: stanziati 200 milioni di euro al Fondo per il pluralismo e l'innovazione

Duecento milioni di euro nel 2017, quasi altrettanti nel 2018 e nel 2019: è l’ammontare delle risorse che confluiscono nel Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione. Lo si legge nella tabella della relazione tecnica a un emendamento del governo alla manovra che riguarda l’editoria. “L’emendamento – si legge – attua l’istituzione nello stato di previsione del Tesoro del Fondo per il pluralismo nel quale confluiscono tutte le risorse previste dal primo articolo della legge sull’editoria”. Leggi tutto »

Condividi contenuti