Attualità

Attualità

Giornalisti in lutto: è morto Santo Della Volpe, presidente della Federazione della stampa

E’ morto dopo breve malattia all’età di 60 anni, Santo Della Volpe, presidente della Fnsi, Federazione nazionale della stampa italiana, il sindacato dei giornalisti. Inviato del Tg3, era socio fondatore dell’associazione Articolo 21 e vice presidente di Libera Informazione. Della Volpe lo scorso gennaio a Chianciano era stato eletto presidente della Federazione della Stampa.

Leggi tutto »

Report, Roberto Formigoni sanzionato dal giudice per lite temeraria. E' il primo caso a Milano

La querela a volte si può ritorcere contro. L'ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni dovrà risarcire la trasmissione televisiva di Rai Tre "Report" per 5mila euro, che si vanno ad aggiungere al pagamento delle spese processuali di 7mila euro. Come racconta il Corriere della Sera, la sanzione per "lite temeraria" nei confronti del Celeste è il primo caso a Milano e uno dei pochi in Italia. Leggi tutto »

Expo 2015: accrediti negati dalla Questura, l’intervento dell’Ordine a tutela dei cronisti

All’Ordine dei giornalisti della Lombardia sono arrivate segnalazioni di alcuni colleghi ai quali viene impedito l’accesso all’Expo a causa - come ci viene riferito -  della negata autorizzazione dell’accredito da parte della Questura. Pur nella consapevolezza dell’assoluta necessità di garantire la sicurezza di un sito sensibile e speciale come quello dell’Expo, l’accesso non può essere negato e senza alcuna indicazione delle ragioni a quei giornalisti che chiedono l’accredito al solo scopo di fare informazione, esercitando così il diritto-dovere di cronaca. Ricordiamo che oltre al diritto di espressione garantito dall’articolo 21 della Costituzione, si aggiunge per i giornalisti - secondo l’articolo 2 della legge professionale (Legge n. 69 del 3 febbraio 1963) - il dovere deontologico di informare l’opinione pubblica di quel che accade e di tutto ciò che riveste interesse pubblico. Leggi tutto »

Denunce temerarie, sentenza storica del Tribunale di Milano: assolto giornalista, condannato il querelante

Sentenza storica del Tribunale di Milano in merito a una querela considerata temeraria e intimidatoria nei confronti di un giornalista dell’Unione sarda, Paolo Carta, prosciolto dall’accusa di diffamazione a mezzo stampa, al quale erano stati chiesti 500mila euro di risarcimento da una società, il Gruppo Internazionale Sgs. Il giudice Anna Cattaneo del Tribunale civile di Milano, il 28 febbraio, ha condannato, invece, la società querelante a risarcire il giornalista con 18 mila euro e al pagamento delle spese processuali pari a 9mila euro. Nella esemplare sentenza, il giudice ha applicato il comma 3 dell’articolo 96 del Codice di procedura civile (finora inapplicato), Leggi tutto »

Gazzetta di Mantova, indagati 4 cronisti. Diritto di cronaca prevalente su segretezza indagini

I colleghi della Gazzetta di Mantova, Rossella Canadé, Igor Cipollina, Gabriele De Stefani e il loro direttore Paolo Boldrini, sono stati iscritti nel registro degli indagati per “pubblicazione arbitraria di atti di un procedimento penale”. Il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Gabriele Dossena, esprime piena solidarietà ai quattro colleghi del quotidiano la Gazzetta di Mantova e chiede alla magistratura il rispetto della Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo.

Leggi tutto »

Condividi contenuti